The flower of anger // Il fiore della rabbia

Bandiera Inglese e italiaa The flower of anger // Il fiore della rabbia Romano Pisciotti

I look at you at sunset: colors and salt enter my heart to fill the spaces of dreams and the wounds of my soul.

The sea is a great pianist of slow songs: accompanied only by my silent thoughts, he brings to the Gods his music and the flower of my already mature anger of petals full of poison and rancor.

Not even the magical bees of Olympus can turn so much gall into honey.

For what injustice and envy destroy, man can find peace only in atrocious revenge or in the reconstruction of life.

The sea can be peace and revenge, work and death, beauty and fear: with the roar of its waves it silences the chatter of poor and ignorant souls but welcomes the tears of the Earth and the honor of those who do not give up.

The depth of the sea preserves the anger and resignation of the righteous.

Infinite sea find a place to drown my curses and give me the strength to achieve new victories!

By Romano Pisciotti

Ti guardo al tramonto: i colori e il sale entrano nel mio cuore per riempire gli spazi dei sogni e le ferite della mia anima.

Il mare è un grande pianista di canzoni lente: accompagnato solo dai miei pensieri silenziosi, porta agli Dei la sua musica e il fiore della mia già matura rabbia di petali pieni di veleno e rancori.

Neppure le api magiche dell’Olimpo possono trasformare così tanto fiele in miele.

Per ciò che l’ingiustizia e l’invidia distruggono, l’uomo può trovare la pace solo nella vendetta atroce o nella ricostruzione della vita.

Il mare sa essere pace e vendetta, lavoro e morte, bellezza e paura: con il rombo delle sue onde zittisce le chiacchiere di anime povere e ignoranti ma accoglie le lacrime della Terra e l’onore di coloro che non si arrendono.

La profondità del mare conserva la rabbia e la rassegnazione dei giusti.

Mare infinito trova un posto dove annegare le mie bestemmie e dammi la forza per ottenere nuove vittorie!

Di Romano Pisciotti

The History of IVECO

Founded in 1899 in Turin, Italy, by a group of engineers and investors including Giovanni Agnelli, the first vehicle built by Fiat (Fabbrica Italiana di Automobili Torino) was a car. The firm soon branched out, though, into trucks and buses. In 1903, Fiat produced its first commercial vehicle, and in 1929 a specialist industrial vehicle division, Fiat Veicoli Industriali, was created.
In 1933, Fiat acquired OM, a truck, car and farm machinery maker. The company continued developing its passenger and goods vehicle businesses, and in 1966 made a further purchase, that of UNIC, a French manufacturer of trucks. Three years later the automobile, truck, bus and defence vehicle maker Lancia was acquired by Fiat.
In 1974, Fiat became the majority shareholder of Magirus Deutz, a German bus, truck and fire equipment manufacturer. The following year marked the birth of IVECO, when Fiat Veicoli Industriali brought together its own and acquired brands under a single entity, taking its name from the initials of the Industrial Vehicles Corporation it created.
In 1978, the IVECO Daily, the first light goods vehicle to be produced under the IVECO name, was launched, while two years later the company unveiled the first turbo diesel engine for heavy goods vehicles.

In 1986, IVECO acquired the Italian company Astra di Piacenza, a specialist in trucks for heavy quarrying and mining operations. In the same year, it entered into a joint venture with Ford’s truck operations, creating IVECO Ford Truck, a business of which it ultimately took full control, whereupon the Ford name was removed. Trucks sold under the partnership included the TurboDaily tractor unit and the light-duty Cargo, which under full Iveco ownership was later developed into the EuroCargo.

https://www.iveco.com/corporate-en/pages/history.html

 

IVECO increased its presence in the truck market still further with the 1990 purchase of Pegaso, a Spanish manufacturer of commercial vehicles. As part of the acquisition, IVECO also gained control of Pegaso’s British truck-making subsidiary, Seddon Atkinson.
The 1990s saw further new markets open up for Iveco and its truck products, with the establishment in 1996 of a joint venture with the Yuejin Motor Corporation in China, producing light commercial vehicles under the IVECO brand. The following year, IVECO entered the Latin American market, opening up sales to Brazil.
IVECO had also developed considerable presence in the bus and coach markets. In 1999, it was a co-founder, along with Renault, of Irisbus, which resulted from the equal-share merger of the two firms’ interests in the sector. In 2003, IVECO acquired Renault’s share of the Irisbus business.
In 2007, IVECO signed a further deal to develop business in China, this time with Shanghai Automotive Industry Corporation to form SAIC-IVECO Hongyan, producing heavy duty trucks.
Along with other non-automotive divisions, in 2011 IVECO was demerged from Fiat S.p.A to become part of the new Fiat Industrial, Fiat Group’s capital goods division. In 2013, the business was transferred to CNH Industrial, following the merger of Fiat Industrial and CNH Global N.V.

Today, IVECO is the leading European manufacturer of natural gas vehicles, after having launched its first natural gas trucks and buses in 1996, it has produced some 35,000 natural gas powered vehicles to date. Natural gas solutions utilise both CNG (compressed natural gas) and LNG (liquefied natural gas) technology, dependent on the mission, and are available across the entire Iveco range.

 

 

Presented by Romano Pisciotti

Motor Parts Industry (MPI)

IVECO – Nigeria

Corte di giustizia dell’Unione europea

Alcune delle principali istanze giurisdizionali europee, nel rapporto tra loro e con altri attori istituzionali, appaiano adottare un atteggiamento apertamente negoziale, che va ben oltre la protezione di culture giuridiche e standard di giudizio, ma si legano piuttosto alla difesa di specifici interessi politici…

Leggi di più:

Le corti europee tra dialogo e negoziato. Riflessioni a partire da due recenti documenti della Corte di giustizia dell’Unione europea su OMT e adesione alla CEDU.

Presentato da Romano Pisciotti

La moneta italiana compie 158 anni

 Era il 24 agosto del 1862 quando fu sancita la piena unificazione monetaria dell’Italia e la lira divenne l’unica moneta a corso legale nel paese. Monopolio che durò fino al 1999, quando fu adottato l’euro come moneta virtuale e poi come moneta circolante nel 2002.

vecchia La moneta italiana compie 158 anni Romano Pisciotti

Forse la sua storia non è finita…..

Il ritorno della Lira italiana è davvero possibile? Sì, ma non nel modo in cui si potrebbe facilmente immaginare. Nessuna permanenza in Europa e dell’Euro come moneta unica pregiudicherà il ritorno della moneta che non circola più dall’ormai lontano febbraio del 2002. La Lira italiana tornerà invece come criptovaluta. Questo grazie a un progetto italoamericano, denominato ITL, ovvero Italian Lira. L’obiettivo finale è quello di creare un sistema di pagamento utilizzando la tecnologia che c’è dietro alle criptovalute (Blockchain) che sia svincolato da terze parti e dai governi.

cripto La moneta italiana compie 158 anni Romano Pisciotti

Romano Pisciotti

Success rate of our presentations

Schermata 2020 08 24 alle 08.51.50 Success rate of our presentations Romano Pisciotti

Schermata 2020 08 24 alle 08.52.17 Success rate of our presentations Romano Pisciotti

…and if instead I told you that with that type of engine you would save a lot of money because you could make the washing machine work at night using the savings of the time slots without any disturbance of your sleep?
What we have just done is to discuss a technical characteristic (the inverter motor) in a benefit / advantage (savings)

By Romano Pisciotti

Romano business shool Success rate of our presentations Romano Pisciotti
Romano Pisciotti

Rome Business School – Lagos, Nigeria

Vento & Coraggio

 

Ho visto un bel filmato (allegato) del transito dal ponte girevole, a Taranto, di Nave Amerigo Vespucci, l’evento è memorabile avendo portato a termine il passaggio senza l’ausilio dei motori.

Per i più che non hanno idea delle dimensioni del veliero e dell’abilità necessaria per eseguire quel transito con le sole vele, significherà poco.

Scrivo sia per chi considera il passaggio, un evento, sia per chi non prova nessuna emozione per lo stesso…scrivo per chi, marinaio o terricolo, ancora riesce a provare un po’ d’orgoglio per quei meravigliosi ragazzi, per quella splendida Nave e per il suo esperto Comandante!

Scrivo con un po’ di malinconia per i miei ricordi, forse meno esaltanti, ma pur sempre in divisa, con e senza le stellette: come Ufficiale di Complemento ho servito nella Marina Militare e come Ufficiale di Coperta ho navigato su navigli mercantili…uso volutamente un vocabolario desueto  (…Complemento, servito, navigli mercantili…) per lasciarvi immaginare la mia età.

Non certo così vecchio da pensarmi su un veliero a caccia di balene bianche, ma sicuramente abbastanza anziano d’essere carico di ricordi, d’orgoglio e di emozioni per aver visto profondi cieli stellati e respirato il freddo di un nebbioso mare ghiacciato; ho attraversato Suez e Panama, l’equatore e gli umori di Nettuno.

Ho navigato quando, mollati gli ormeggi, si rimaneva appesi solo al “ti… taa” del Marconista e, lasciata la costa, solo il sestante poteva “dare” il punto nave.

Ho navigato quando il viaggio ancora offriva imprevisti e soddisfazioni, quando i marinai erano orgogliosamente “uomini di mare.”

Uomini di mare esistono ancora, forse meno orgogliosi e, sicuramente, con meno avventure e soddisfazioni, anche se il mare sempre reclama sacrifici e…adrenalina.

E’ cambiato il mondo ed è cresciuta l’impazienza e la fretta: un mondo veloce che ha divorato il fascino e il mistero…anche del meraviglioso viaggio della vita; un mondo digitale, più comodo, fatto di facili emozioni e di sciocche risate.

Quei ragazzi “a riva” hanno conosciuto il vento e il coraggio, conservando per la vita un’esperienza quasi unica.

Buon vento!

 

Romano Pisciotti

 

TARANTO E IL VESPUCCI, INT. ALL'AMMIRAGLIO CAVO DRAGONE servizio di WALTER BALDACCONI

Pubblicato da Studio 100 su Domenica 23 agosto 2020

Lidl multata per 1 milione

Bugie e omissioni sull’origine del grano duro: Lidl multata per 1 milione dall’Agcm.

Promozione e commercializzazione delle proprie linee di pasta di semola di grano duro a marchio “Italiamo” e “Combino” mediante confezioni che rappresentano in maniera ingannevole le caratteristiche del prodotto, enfatizzandone sulla parte frontale l’italianità in assenza di adeguate e contestuali indicazioni sull’origine anche estera del grano duro impiegato.

Questa l’accusa mossa dall’Autorità garante della concorrenza e del mercato a Lidl Italia. Che tuttavia, a differenza di altri produttori di pasta che hanno ricevuto un’analoga contestazione, nel corso della procedura istruttoria avviata dall’Antitrust non ha presentato alcun impegno a modificare il proprio comportamento ed è così stata sanzionata per 1 milione di euro.

Bugie e omissioni sull’origine del grano duro: Lidl multata per 1 milione dall’Agcm. De Cecco e altri 3 pastifici fanno ammenda

“Il marketing ingannevole nuoce a tutti i prodotti italiani”

Romano Pisciotti

Luce e poesia

Bandiera Inglese e italiaa Luce e poesia Romano Pisciotti

Dove il cuore
cede il passo all’anima
troviamo colori
che la mente umana
neppure può immaginare.
Come un’ombra
quel vecchio pino
è rimasto testimone
della mia voglia
di ritornare
a quella festa
di luce e poesia.
Romano Pisciotti

Where the heart

gives way to the soul,

we find colours

than the human mind

can’t even imagine.

Like a shadow,

that old pine

remained a witness

of my desire

to come back

at that party

of light and poetry.

IMG 2120 Luce e poesia Romano Pisciotti

Piedimonte Etneo

Sicilia, Italy

CRISIS

Bandiera Inglese e italiaa CRISIS Romano Pisciotti

A crisis is often enacted at a system’s weakest point, not necessarily where it is caused.

Thus whenever analyzing crisis, we must consider the system boundaries we have set, and reflect on how they relate to the environment the conflict is embedded in.

Depending on where we set the boundaries, the crisis will present itself differently.

sas CRISIS Romano Pisciotti

Una crisi è spesso emanata nel punto più debole di un sistema, non necessariamente dove è causata. Pertanto, ogni volta che si analizza la crisi, dobbiamo considerare i confini del sistema che abbiamo fissato e riflettere su come si relazionano all’ambiente in cui è incorporato il conflitto. A seconda di dove impostiamo i confini, la crisi si presenterà da sola
in modo diverso.

After setting the crisis system boundaries,

we can use one or more of the following tools to deepen our insight onto various aspects of the conflict/crisis

Dopo aver fissato i confini del sistema di crisi, possiamo utilizzare uno o più dei seguenti strumenti per approfondire la nostra visione sui vari aspetti del conflitto / crisi

Schermata 2020 08 08 alle 08.52.13 CRISIS Romano Pisciotti

Causation: Crisis are never mono-causal, but multi-causal and systemic factors interact. Instead of saying that everything is related to everything, it is helpful to differentiate between different “causes” or influence factors.

Causa: le crisi non sono mai mono-causali, ma i fattori multi-causali e sistemici interagiscono. Invece di dire che tutto è correlato a tutto, è utile distinguere tra diverse “cause” o fattori di influenza.

Schermata 2020 08 08 alle 08.57.39 CRISIS Romano Pisciotti

Crisis Mapping: The crisis mapping focuses on actors and their interrelationships. It is a good tool to start analyzing a crisis.

Mappatura delle crisi: la mappatura delle crisi si concentra sugli attori e sulle loro interrelazioni. È un buon strumento per iniziare ad analizzare una crisi.

Schermata 2020 08 08 alle 08.59.55 CRISIS Romano Pisciotti

Needs-Fears Mapping: this method focuses on actors and their issues, interests, needs, fears, means and options. It allows for a clear comparison of actors similarities and differences in the form of a table.

Mappatura bisogni-paure: questo metodo si concentra sugli attori e sui loro problemi, interessi, bisogni, paure, mezzi e opzioni. Consente un chiaro confronto delle somiglianze e delle differenze degli attori sotto forma di tabella.

Schermata 2020 08 08 alle 09.03.27 CRISIS Romano Pisciotti

 

Follow my lessons

Segui le mie lezioni

Romano Pisciotti copia 2 CRISIS Romano Pisciotti
Romano Pisciotti

Rome logo CRISIS Romano Pisciotti

By Romano Pisciotti