GREAT BUSINESS IN NIGERIA

Why should you invest in Nigeria?

There are many reasons why you should consider investing in Nigeria. Nigeria is the largest economy in Africa ahead of South Africa, Egypt and the rest. With so many opportunities for growth, PwC has projected Nigeria among the top world economies in 2050 ahead of Italy, Canada, South Korea, Spain, Netherlands, Australia and others.

With over 200 million people….the best deal is to provide the food!!

Agriculture accounts for 33 percent of GDP and provides employment, both formal and informal, to more than 60% of the population.

However crop production dominates the agricultural sector and accounts for about 85 percent of agricultural activities; livestock and poultry accounting for 10 percent, fisheries and forestry, less than one percent…

…but rapidly growing.

There is a growing demand for animal protein in Nigeria!

Poultry production has not kept pace with the rapid increase in domestic consumption.

There is enormous potential for the poultry industry in Nigeria to enhance food and nutritional security, while contributing to household and economic growth.

Unknown 6 GREAT BUSINESS IN NIGERIA Romano Pisciotti

There is no more efficient place to invest than in pullets. Pullets are the future of an integrated company. Successful pullet rearing is simply attention to detail, management, serology, biosecurity, vaccination, and worming.

 

https://youtu.be/Y65GVfGtsjo?t=84

 

Presented by Romano Pisciotti

Rome logo GREAT BUSINESS IN NIGERIA Romano Pisciotti

Countries without words (English and Italian version)

Bandiera Inglese e italiaa 1 Countries without words (English and Italian version) Romano Pisciotti

A country that does not know the words of the mother tongue will not have peace: good leaders, jobs and growth will be lacking. If ignorance wins, poverty wins.

Rich and technologically advanced countries are losing the beauty of dialogue and writing: the world of work seeks dumb workers and increasingly specialized engineers like horses with blinders; the school is a pool of students who study less and less … and words are lost! Developing countries are moving fast towards industrial and financial goals, while the study of history, art and grammar seems to have become an option.

The thesis of many, silenced by most, highlights the impoverishment of the world’s cultural baggage, followed by the decrease in intelligence. We are listening to great speeches, increasingly devoid of content, but with flirtatious objectives created to attract the consent of the masses: more than on the importance of words, the focus is on the ease and repetitiveness of the same as in an advertisement.

The students press the keys of the cell phone, which suggests the words; slowly the logic of the expression will be guided by smartphones; we will soon confuse every expression of thought with pre-installed catalogs and dictionaries. Quick acronyms will replace the words, tone and colors of the dialogue, slowly extinguishing human consciousness and intelligence.

A cave language will unite peoples: men will be equal, globalized and… slaves!

tosco 300x139 Countries without words (English and Italian version) Romano Pisciotti

Un Paese che non conosce le parole della madrelingua non avrà pace: mancheranno buoni dirigenti, lavoro e crescita. Se vince l’ignoranza, vince la povertà. Paesi ricchi e tecnologicamente avanzati stanno perdendo la bellezza del dialogo e della scrittura: il mondo del lavoro cerca operai muti e ingegneri sempre più specializzati come cavalli con i paraocchi; la scuola è un bacino di studenti che studiano sempre meno… e le parole si perdono! I paesi in via di sviluppo si stanno muovendo velocemente verso obiettivi industriali e finanziari, mentre lo studio della storia, dell’arte e della grammatica sembra essere diventato un’opzione. La tesi di molti, messa a tacere dai più, mette in luce l’impoverimento del bagaglio culturale mondiale, seguito dalla diminuzione dell’intelligenza. Stiamo ascoltando grandi discorsi, sempre più privi di contenuti, ma con obiettivi civettuoli creati per attirare il consenso delle masse: più che sull’importanza delle parole, l’attenzione è posta sulla facilità e ripetitività delle stesse come in uno spot pubblicitario. Gli studenti premono i tasti del cellulare, che suggerisce le parole; piano piano la logica dell’espressione sarà guidata dagli smartphone; confonderemo presto ogni espressione di pensiero con cataloghi e dizionari preinstallati. Acronimi veloci sostituiranno le parole, il tono e i colori del dialogo, spegnendo lentamente la coscienza e l’intelligenza umana. Una lingua cavernicola unirà i popoli: gli uomini saranno uguali, globalizzati e… schiavi!

by Romano Pisciotti

President Buhari thanked the Turkish President

The Turkish President announced that his country has increased its diplomatic presence in Africa to 43 missions, adding that the third round of the Turkish-African business forum will be held in Istanbul this October while the third Turkish-African partnership summit will follow in December.

As a positive outcome, eight major Agreements/MoUs on a number of the key sectors including Energy, Defense Industry, Mining and HydroCarbons among others were signed

firme 300x200 President Buhari thanked the Turkish President Romano Pisciotti

In his remarks, President Erdogan stressed that Turkey was determined to improve relations with Nigeria to ‘‘higher levels on all fields’’.

He said the trade volume between both countries reached 2 billion dollars in 2020, making Nigeria the outstanding and the biggest trading partner in sub-Saharan Africa.

‘‘However, we still believe that this level of trade we have achieved is far from being adequate. We hope and pray that we will be expanding our trade volume up to 5 billion dollars immediately.

Romano Pisciotti: …The European Union chases dreams and shit, Erdogan deals with economics and power

FUTURIBILE

Un giorno ti presenti al cinema col tuo bel greenpass, ma il lettore non lo accetta. Riprovano, nulla, non lo rileva. Non vedi il film. Ti incazzi. La mattina dopo vai nella farmacia dove ti hanno fatto il greenpass, anche il farmacista non riesce a capire cosa non va nel tuo passaporto verde. Allora vai all’USL. E loro vedono che c’è un blocco nel tuo greenpass e ti dicono di rivolgerti al Comune. E lì scopri cos’è successo. “Lei signore, non ha presentato la dichiarazione dei redditi!” “E questo cosa c’entra col greenpass?” “Con l’ultimo DPCM è stato inserito il blocco fiscale nel green pass!” Allora chiami il tuo commercialista, lo insulti, gli dici che hai il green pass bloccato. Il poveretto in 24 ore ti presenta la dichiarazione, ti paga l’F24. Quindi ritorni al Comune, ma ancora il greenpass non si sblocca. L’impiegata consulta la tua scheda nel suo computer: “Signore, mi risulta che lei non ha ancora pagato una multa per divieto di sosta…” Allora resti di merda. Cominci a capire perchè i governi dei conti e dei draghi insistevano tanto per abituarti a vivere con un passaporto verde. E tu che credevi davvero che lo facessero per il tuo bene, perchè tenevano alla tua salute, e invece ti hanno fottuto. Grazie alla tua accondiscendenza, al tuo egoismo, ci hanno fottuti tutti!
Forse a quel punto ti renderai conto che quelle persone che gridavano in piazza “No green pass!” non erano così coglioni come tu credevi.
(dalla pagina Facebook “IL CAMIONISTA”)
Presentato da Romano Pisciotti

NIGERIA: Bio-fortified Crops, sustainable but not sufficient

Schermata 2021 10 19 alle 09.31.34 300x170 NIGERIA: Bio fortified Crops, sustainable but not sufficient Romano Pisciotti

 

In Nigeria, climatic zone is divided into three main categories: a tropical forest from the south to the north; a savanna in the middle with 800 to 1,200 mm of annual rainfall; and a Sahel, semi-arid land in the north, with 300 to 800 mm of annual rainfall. There are two climatic seasons, rainy season (May to October) and dry season. Since agricultural production mainly relies on rainfalls, the crop cultivation is influenced by seasonality and the amount of rainfalls every year.

Schermata 2021 10 19 alle 09.14.51 300x152 NIGERIA: Bio fortified Crops, sustainable but not sufficient Romano Pisciotti

In addition to the climatic influence, product losses due to storage and transport methods must be considered.

The result is a lack of vitamins to which is added a very deficient situation for the supply of animal-derived proteins (poultry, etc.). Intensive animal breeding is under development, but due to the precariousness of agricultural supply and for the health situation, the sector must be developed with the support of controlled nutrients for animal welfare and an increase in production.

 

mercato 300x168 NIGERIA: Bio fortified Crops, sustainable but not sufficient Romano Pisciotti

Presented by Romano Pisciotti

ALITO DIVINO

ALITO DIVINO

(di Romano Pisciotti)

 

I sogni misurano l’infinito

nella continuità dell’orizzonte:

solo i marinai 

hanno il dono e il peso 

d’aver vissuto tante vite 

quante le navi navigate.

Il mare non lava paure 

né alleggerisce dubbi 

o difetti;

la curiosità e il bisogno

s’incrostano come sale 

nel cuore dei naviganti,

dove la salsedine

diventa speranza

e coraggio.

Sul ripetersi delle onde 

e dei cieli stellati

soffia l’alito divino 

spingendo le vele

e le anime 

oltre il bordo del mondo.

Romano

 

TEMPERATURE-CONTROLLED CHAIN, NIGERIA

In Nigeria, 40–50% of fresh fruits and vegetables
are lost during crating, transportation, storage and processing. In the tomato sector, for instance, it is estimated that more than 40% of tomato production does not reach consumers.

One of the main reasons for this massive waste is the lack of a temperature-controlled supply chain— known as cold chain—which prevents fresh foods from spoiling between farm and market. Tomatoes, for example, must travel long distances as they are largely grown in the north of the country, but mostly consumed in urban centres in the south.

428e91e1 1ed5 422b 891a 8553624d2db2 300x200 TEMPERATURE CONTROLLED CHAIN, NIGERIA Romano Pisciotti

A higher, quality and more predictable supply ultimately means more stable prices for consumers and a good deal in logistics.

Motor Parts Industry

COLD SECTOR

171c1deb ea89 4d7f b777 bcd0c7c11955 300x200 TEMPERATURE CONTROLLED CHAIN, NIGERIA Romano Pisciotti

1f3d079c 611f 4ea4 942d 61e55b0adfdd 300x200 TEMPERATURE CONTROLLED CHAIN, NIGERIA Romano Pisciotti IMG 6474 300x300 TEMPERATURE CONTROLLED CHAIN, NIGERIA Romano Pisciotti

Info: italmotor@gmail.com

231 Moshood Abiola Way, Ijora (Old Apapa road)

Lagos – Nigeria

logo TEMPERATURE CONTROLLED CHAIN, NIGERIA Romano Pisciotti

Romano Pisciotti

NO/ PRO VAX e Green Pass

Pur essendo fortemente raccomandata dai governi e dalle autorità sanitarie, la vaccinazione anti-Covid rimane in quasi tutti gli Stati del mondo giuridicamente facoltativa, e non può dunque essere considerata né necessariamente immorale (come pensano i no vax), né moralmente necessaria (come pensano i pro-vax).

Ora, in un contesto in cui esiste, formalmente, il diritto giuridico di non vaccinarsi, non si può essere considerati né giuridicamente né moralmente responsabili delle conseguenze che derivano dall’averlo esercitato.

Se avvalersi di un diritto comportasse, ipso facto, conseguenze penali o immorali, un simile diritto non esisterebbe nemmeno. Diverso è naturalmente il caso del dovere, giuridico o morale, che io posso avere o non avere al di là del mio diritto di non vaccinarmi. Si tratta del dovere di agire con responsabilità, morale e giuridica, nei confronti degli altri. Questo dovere, sia morale sia giuridico, oggi è previsto e non è quello di vaccinarsi, che è appunto un diritto e non un dovere, ma quello di osservare le norme di prevenzione – mascherina e distanziamento – richieste a tutti, vaccinati e non».
Nulla da aggiungere, se non la mia viva preoccupazione per la montante violenza e intolleranza, non più soltanto verbale. Alla storica diffidenza di natura sociale e razziale rischiamo di aggiungere anche la diffidenza epidemica, che rischia di distanziarci in via permanente, anche quando tutto sarà finito.

https://volerelaluna.it/opinioni/2021/09/08/il-green-pass-attenti-al-virus-dellintolleranza/

 Il green pass non è criticabile? Ovviamente no. Molti profili della sua regolazione sono tutt’altro che convincenti: dal fatto che vale a eludere una chiara assunzione di responsabilità da parte dello Stato, rimettendo ai singoli la scelta se vaccinarsi o no; al suo utilizzo a protezione di situazioni di privilegio, come avviene in modo eclatante nel caso dei treni (dove è richiesto per l’alta velocità, ma non per i, ben più frequentati, treni dei pendolari); al rischio che possa operare come alibi, per le pubbliche autorità, per non intervenire attraverso misure strutturali come il potenziamento del trasporto pubblico, l’assunzione di un numero adeguato di insegnanti, l’attribuzione al Servizio sanitario nazionale di tutte le risorse di cui necessita.

 

Presentato da Romano Pisciotti (vaccinato)

TEMPO

Il tempo che corre

che scorre

che salta e balzella,

il tempo sornione

bugiardo e ladro:

il tempo che inganna

e ruba amori

amici e sogni.

Il tempo che stupisce

che freme o rallenta,

tempo benevolo

o assassino.

Tempo dei primi peli

e quello

delle rughe che crescono

sulle speranze immobili

dei vecchi saggi.

Tempo padrone

di battiti e respiri:

si vive nell’illusione

di avere tempo.

 

Romano Pisciotti