Defending civilization // Difendere la civiltà

Defending civilization does not mean wanting to go back and exalt war, male supremacy, slavery, class or racial hatred. It means taking on the legacy of civilization, traditions, symbols, without mechanically reproposing them in archaic forms; it means not judging the past with the lens of the present, not processing or erasing history because it differs from today’s sensibilities, but recognizing history as it is and then distinguishing what is alive and what is dead, what is always valid and what has passed away, with realism; without confusing the historical level with the judicial one and the judicial level with the moral and ideological one.

Difendere la civiltà non significa voler tornare indietro ed esaltare la guerra, la supremazia maschile, lo schiavismo, l’odio di classe o razziale. Vuol dire assumersi l’eredità della civiltà, delle tradizioni, dei simboli, senza riproporle meccanicamente nelle forme arcaiche; vuol dire non giudicare il passato con le lenti del presente, non processare o cancellare la storia perché differisce dalle odierne sensibilità, ma riconoscere la storia così com’è e poi distinguere quel che è vivo e quel che è morto, quel che è sempre valido e quel che invece è trapassato, con realismo; senza confondere il piano storico con quello giudiziario e il piano giudiziario con quello morale e ideologico.

Marcello Veneziani, Panorama, n.19 (2021)

Traduzione italiano/inglese di Romano Pisciotti

Ci stiamo giocando la civiltà

VIVA I CONTANTI

 

Schermata 2021 04 30 alle 10.03.09 VIVA I CONTANTI Romano Pisciotti

Perché questo libro?

Da quando esiste il denaro, pagare in contanti è la cosa più naturale di questo mondo. Ed è sempre filato tutto liscio, finché le banche non hanno scoperto di potere raschiare via soldi anche da lì.

Hanno così inventato la guerra ai contanti o, per darle più autorevolezza, la War on Cash. Furbescamente hanno messo in giro la storiella della lotta all’evasione. Così hanno tirato dalla loro parte anche persone oneste e alcune forze politiche.

In realtà varie ricerche e valutazioni di economisti non omologati attestano la scarsissima utilità della lotta al contante contro l’evasione fiscale, a fronte di gravi controindicazioni (cap. 8). A proposito, pure i telefonini facilitano attività criminali: bisogna proibire anche i cellulari? A banche e società per i pagamenti elettronici non importa nulla della legalità, il loro unico obiettivo è fare una cresta ogni volta che uno compra qualcosa.

Che gli italiani usino troppo i contanti è una frottola. Li usano quanto i tedeschi, ma in Germania nessuno li colpevolizza. Anzi, la loro banca centrale difende in tutti i modi il denaro contante, all’opposto di quella italiana (cap. 9). Già, mala Bundesbank ha a cuore l’interesse dei suoi concittadini, la Banca d’Italia quello dei banchieri. Un’altra trovata senza prove è che il contante sia fonte di contagio per il coronavirus (cap. 4).

Comunque i contanti convengono non solo a chi li riceve (commercianti, artigiani ecc.) ma anche ai consumatori (cap. 1). Il piano Cashless col cashback, la lotteria degli scontrini, i crediti d’imposta ecc. non ribaltano il discorso. Anzi lo peggiorano, pesando per 4,7 miliardi sul non florido bilancio dello Stato italiano (cap. 5).

A parte i pagamenti, i contanti sono insostituibili come riserva di valore. I soldi su conti e libretti sono moneta bancaria e le banche possono fallire. Le banconote sono la moneta della banca centrale, che non fallisce.

Questo libro contiene anche consigli pratici. Riporta la normativa su banconote, cassette di sicurezza ecc., e confronta con pregi e difetti per un risparmiatore (cap. 21):

• contanti
• titoli di Stato anche esteri
• buoni fruttiferi postali
• fondi e polizze
• oro

Viva i contanti

di Beppe Scienza
Ponte alle Grazie, 204 pagine, 15 euro.
Codice ISBN: 9788833316147

Romano Pisciotti, LIKE

Italia paese marittimo: sfide e opportunità

L’Accademia navale di Livorno, la Marina Militare e Limes vi invitano a una giornata di dibattito sul rapporto tra l’Italia e il mare.

La giornata annovera la lectio magistralis di Alessandro Barbero e l’intervento di S. E. R. Monsignor Vincenzo Paglia, oltre ai saluti del capo di Stato maggiore della Marina, Amm. Giuseppe Cavo Dragone, e alle conclusioni del comandante delle Scuole della Marina Militare, Amm. Enrico Credendino.

Presentato da Romano Pisciotti

Europe’s antitrust warned Apple

Europe’s antitrust chief, Margrethe Vestager, warned Apple that its recent changes to privacy rules must not give preferential treatment to its apps over those of its competitors or it might be in violation of antitrust norms. Apple has framed those changes as being designed to protect users’ personal data, but that does not exempt its actions from competition rules.

This warning came in reaction to recent changes to the Cupertino-based group’s privacy policy, which led other platforms in the digital advertising market to accuse it of unduly distorting competition.

Specifically, the changes to Apple’s privacy policy will make blocking ad tracker software targeting users’ personal data the default setting on all apps sold for use on Apple devices (meaning through the Apple Store). Apple users can choose to allow ad tracking of their data, but they must actively provide consent.

 

Presented by Romano Pisciotti

MARO’: UN MILIONE DI EURO ALL’INDIA!!!!

Marò, il caso si chiude con un risarcimento da 1 milione di euro per le famiglie dei pescatori; la somma si aggiunge a quella già versata in passato dall’Italia per circa 245 mila euro.

RISARCIMENTO ALL’INDIA

 

Romano Pisciotti, l’unica politica estera che appartiene all’Italia è quella del “calabraghe”

POLITICAMENTE CORRETTO

Il dovere morale di difendere l’Occidente dal politicamente corretto

Dante Alighieri accusato di non essere politicamente corretto in relazione ad una Commedia, peraltro Divina, scritta circa settecento anni fa, costretto pertanto ad assistere inerme all’amputazione di alcuni versi contenuti nella cantica dell’Inferno perché potenzialmente sgraditi ad altre religioni; attacchi portati a geni della musica, come Bach e Mozart (stesso destino toccherà presto al patriottico Verdi), potenziali “suprematisti bianchi” e cantori della diversità culturale, la cui musica richiamerebbe una “concezione di stampo colonialista dell’arte”; “deliri iconoclasti” (Carlo Nordio) tradottisi in monumenti demoliti in molti Paesi perché ritenuti politicamente “scorretti”.

DA LEGGERE:

https://www.centromachiavelli.com/2021/03/31/occidente-politicamente-corretto/?fbclid=IwAR3jtdKM9fXvawP2dC1tXr-g5tqMUjgX2ewICv2xgVjG_rtwHQHhOLwAIPw

 

Presentato da Romano Pisciotti

Egypt’s SUMED oil pipeline approaches traders hit by Suez blockage

SUMED links the Red and Mediterranean Seas with a capacity of over 2.5 million barrels per day. About 1.3 million bpd flowed through the system in 2018, the US Energy Information Administration said.
The pipeline is majority-owned by Egypt’s state oil company EGPC while Saudi Aramco, the Kuwait Investment Authority and Qatar Petroleum have smaller shares.

pipes Egypt’s SUMED oil pipeline approaches traders hit by Suez blockage Romano Pisciottisumed Egypt’s SUMED oil pipeline approaches traders hit by Suez blockage Romano Pisciotti

 

Simon Rose, co-founder and chief executive officer of Dahlman Rose & Co., discusses the outlook for seaborne trade through the Suez Canal and importance of the SuMed pipeline transporting crude…

Presented by Romano Pisciotti

SPM Egypt’s SUMED oil pipeline approaches traders hit by Suez blockage Romano Pisciotti
SPM

Arab Petroleum Pipeline Co. has established a fully equipped product hub at their Ain Sukhna complex on the Red Sea Coast in Egypt. The hub includes both onshore and offshore facilities. The onshore facility comprises 61 product storage tanks with a total capacity of 2,125 million m³, and two 50 km long unidirectional pipelines to the city of Suez. The diameter of the individual product storage tanks varies from 21 to 59 m.

The offshore facility comprises a jetty and berths (500-160,000 DWT) including a topside pipeline and other auxiliaries. The hub includes an offshore single point mooring for very large crude carriers (VLCC), connected via a sea pipeline. The offshore facility is intended to accommodate future expansions to handle up to 24 million tonnes per annum of various products.