GENERAZIONE CAROSELLO

 

Giuramento 225x300 GENERAZIONE CAROSELLO Romano Pisciotti

Nel 1977, mentre noi entravamo in Accademia, Carosello chiudeva i battenti. Un evento che fa sorridere o fa pensare: noi siamo della generazione che….è andata a letto dopo Carosello!!
Apparentemente, a decretare la fine di quel singolare programma fu la necessità di rinnovare una formula nata vent’anni prima; per coincidenza, da lì in poi, ci siamo messi a correre: senza più le pause contro lo stress, raccomandate dal buon Calindri o la divertente filosofia del pirata Pacioccone.
Tutto è cambiato. I nostri figli e nipoti, hanno strumenti che noi neppure potevamo immaginare; io mi vanto di aver usato, come strumento, il sestante. Sono felice d’essermi fermato per cercare le stelle, sentendomi potente nel poter affermare, nel mezzo dell’oceano: “siamo qui!”… e poi perdermi a guardare il lento e meraviglioso ripetersi del cielo.
Si, il mondo ha corso, si è globalizzato è diventato piatto.
In Accademia, lo abbiamo visto, lavorano con lo stupendo simulatore di navigazione …ben venga l’innovazione, purché non ci si dimentichi, a bordo, di “raccare” sottovento !!
Io ho provato un piacere immenso a respirare il naturale profumo dei pini, quell’aria frizzante sul piazzale e ritrovare, rassicurante, il Brigantino: era lì ad aspettarci con tutti i ricordi.
Nella foto di gruppo abbiamo fermato i quarant’anni trascorsi e in quella foto, come in quella d’allora, ci siamo tutti, se guardate bene…se guardata con il cuore: tutti presenti!!
Generazione “Carosello”: funziona anche senza Wi-Fi.
Viva il Settantaduesimo!!

Romano Pisciotti

Carosello 225x300 GENERAZIONE CAROSELLO Romano Pisciotti
Carosello

Executive Master in Logistic & Supply Chain Management (LAGOS)

Start to develop your talent and become a better manager right now!

We always maintain an international vision, and our mission is to train global leaders equipped to manage companies all over the world from an innovative and sustainable perspective.

This is the meaning of our mission to create better managers for a better world.
IMG 5042 Executive Master in Logistic & Supply Chain Management (LAGOS) Romano Pisciotti
We have revolutionized the ordinary approach to higher education through our dynamism and effective training. Our students, alumni, faculty, and staff members are the driving force behind this change. We are committed to creating future managers, entrepreneurs, and professionals to a level of excellence and ethics in their competences, to take the world to the next age of modernity and progress. We train our talent to make the difference, reach their objectives and innovate. Your future is our primary concern, and we work hard to help you fulfill your dreams.
Romano Pisciotti copia 2 Executive Master in Logistic & Supply Chain Management (LAGOS) Romano Pisciotti
Romano Pisciotti

Rome logo Executive Master in Logistic & Supply Chain Management (LAGOS) Romano Pisciotti

ROME BUSINESS SCHOOL, Lagos – NIGERIA

ROMANO PISCIOTTI

Rome io Executive Master in Logistic & Supply Chain Management (LAGOS) Romano Pisciotti

I soldi ci sono

I telegiornali ci avvisano che qualcuno studia quanti soldi abbiamo noi italiani in banca e fa apparire il governo come un avvoltoio che vola sul malloppo per beccarlo.
Questo mi ricorda quel prete che alla domenica a messa si rivolge ai fedeli avvisandoli che il tetto della chiesa è pericolante, ha fatto un preventivo per il rifacimento ma è alto. Allora s’è rivolto a Dio che lo ha tranquillizzato:
– I soldi ci sono
– Grazie, ma dove sono ?
– Nelle tasche dei fedeli, devi solo prenderli.
I presenti hanno capito l’antifona, infatti alla domenica successiva in chiesa non c’era nessuno, nemmeno le solite vecchiette affezionate.
Il prete allarmato telefona a un parrocchiano e gli chiede il motivo …
-Reverendo, è lei che ci ha detto del tetto pericolante, allora siamo andati in un’altra chiesa.
Credo che anche per i governi sia così, si possono cambiare come la chiesa, quando serve.
Giulio Rossi Valdisole
Romano Pisciotti LIKE

Vince la curiosità pruriginosa

VINCE LA PIPITONE !

Mercoledì 12 maggio “Ulisse-Il piacere della scoperta“, il titolo realizzato da Alberto Angela, non è andata in onda su Rai1. La quarta e la quinta puntata sono state rimandate dalla rete ammiraglia del servizio pubblico. Colpa, secondo il sito Tvblog, dei risultati auditel inferiori alle aspettative che avrebbero portato alla sospensione momentanea della trasmissione.

il 28 di aprile, è stato visto da 3.190.000 telespettatori ed il 13,88% di share, fino al dato di mercoledì scorso, 5 maggio, ancora in calo con 2.833.000 telespettatori ed il 12,87% di share.

Unknown 1 Vince la curiosità pruriginosa Romano Pisciotti

Risultati condizionati dall’exploit di “Chi l’ha visto?“ che, grazie al caso di Denise Pipitone, sta portando a casa risultati molto più alti della sua media.

Commento di Romano Pisciotti: Indagini e processi tengono banco in TV, dal mattino alla sera programmi fotocopia montati sul nulla o sulla continua ripetizione degli stessi fatti e supposizioni. Persone comuni che amano avere un minuto di notorietà in tv, presentatori e presentatrici che smuovono magistralmente la curiosità nelle fragili menti degli ascoltatori. Ricetta comune: l’ignoranza e la la curiosità pruriginosa.

GLI INTOCCABILI

La magistratura non ricerca più la Giustizia ma la gestione del potere.
“Davigo si presentava come Savonarola, invece ci fa la figura di un bulletto qualunque. Se le cose che ha fatto lui le avesse fatte un politico sarebbe già stato incriminato. Invece qui, inspiegabilmente, non è nemmeno indiziato di reato….

….Ci sono oramai episodi, fatti, comportamenti che superano la mia fantasia. Gli atteggiamenti di Davigo sono di una gravità inaudita, ma ancor di più lo è un potere dello Stato, quello dei magistrati che da anni schiaccia gli altri senza che nessuno reagisca….

…il referendum è l’unico strumento per superare “in aula il partito dei giudici”…

Piero Sansonetti

consiglio GLI INTOCCABILI Romano Pisciotti

Romano Pisciotti: chi ha fiducia nella Magistratura?

 

 

Leggera risacca

Di mattino presto, avevo sistemato una delle sedie di plastica presa al bar, sulla battigia del lido di Fondachello; così accomodata, mia madre (milanese sino al midollo) sorrideva al mare, godendosi i raggi tiepidi del mattino.

Il bisbiglio della piccola risacca accompagnava al cuore i ricordi della mente: momenti di una vita combattuta, amata, sofferta e profondamente vissuta…profonda più del mare, più limpida che quel cielo che abbracciava, sulla spiaggia di Sicilia, quella donna infragilita dagli anni.

Oggi, questo è il ricordo che lega i miei anni passati in mare con il ricordo di mia madre. Lei sapeva che sarei tornato, anche se non avrei mai smesso di viaggiare sul mare o nel mondo…così è stato e lei ha sempre perdonato le mie assenze.

Mia madre ed io abbiamo l’oceano nell’anima: il suo mare grande d’amore e le mie maree d’emozioni, d’umori e sogni.

Da tanti anni ho smesso di navigare, ma non ho mai lasciato l’instabile ricerca di quella famosa isola che, forse, non c’è.

Mia madre è mancata da pochi mesi e quella leggera risacca è nel mio cuore come una sua continua carezza.

(Romano Pisciotti)

83813 485x1024 Leggera risacca Romano Pisciotti

Il caso Biancaneve e del bacio del Principe

Il caso Biancaneve e del bacio del Principe ci dimostra che l’onda del politically correct ci sta sfuggendo un po’ troppo di mano

IMG 4923 Il caso Biancaneve e del bacio del Principe Romano Pisciotti

Un bacio senza consenso è un bacio rubato e, come tale, potrebbe essere il preludio a qualcosa di ambiguo, molto ambiguo. E pure a qualcosa che potrebbe creare uno scompenso psicologico, una turba. E finanche, e attenzione qui: potrebbe essere qualcosa di turpe che porterebbe irrimediabilmente a uno stupro. Sipario.

IMG 4929 819x1024 Il caso Biancaneve e del bacio del Principe Romano Pisciotti

Insomma, il Principe Azzurro adesso non è nemmeno più libero di dare un bacio alla sua Biancaneve.

IMG 4931 1024x768 Il caso Biancaneve e del bacio del Principe Romano Pisciotti

IMG 4938 Il caso Biancaneve e del bacio del Principe Romano Pisciotti

Biancaneve e il bacio del Principe: il #politicallycorrect ci sta sfuggendo un po’ troppo di mano

Schermata 2021 03 17 alle 11.44.23 Il caso Biancaneve e del bacio del Principe Romano Pisciotti

Presentato da Romano Pisciotti

ATTENTION TO THE TRANSITION …. ECOLOGICAL

It is necessary to understand that the technology that will drive the energy transition, whether through green mobility or renewable energy, is mineral-intensive.

Copper, zinc and aluminum are used in the production of photovoltaic panels, wind turbines and electric vehicles.

The consumption of these metals is set to increase dramatically with the development of energy and green mobility, especially since these technologies are particularly mineral-intensive. An offshore wind farm requires 17 times more metal than a gas-fired power plant of the same capacity, an onshore wind farm eight times more and a photovoltaic park nine times more.

DISASTRO ATTENTION TO THE TRANSITION .... ECOLOGICAL Romano Pisciotti

Copper is a key component in the energy transition: while a natural gas power plant needs a ton of copper to produce one megawatt of electricity, it takes twice as much to produce the same amount of energy with onshore wind and three times as much for photovoltaic panels.

The same goes for electric vehicles, which require three to four times more copper than internal combustion vehicles.

MINERALE ATTENTION TO THE TRANSITION .... ECOLOGICAL Romano Pisciotti

All these metals have a common denominator: they are produced by the mining industry, often by companies whose mining or transport activities are often the subject of controversy, with practices that are criticized or even discredited, by those who promote the cause of sustainable development

cile ATTENTION TO THE TRANSITION .... ECOLOGICAL Romano Pisciotti

Browsing the web, translation by Romano Pisciotti