Immigration policy – comment by Romano Pisciotti

immigration policy 300x227 Immigration policy   comment by Romano Pisciotti Romano Pisciotti
immigration-policy

Gli Stati Uniti discutono le nuove leggi sull’immigrazione

The United States discuss the new immigration rules

 

Captain Romano Pisciotti, surfing USA web

Cecil, lo Zimbabwe chiede agli Usa l’estradizione del dentista Palmer

Lo Zimbabwe ha avviato la procedura per chiedere agli Stati Uniti l’estradizione di Walter Palmer, il cacciatore del Minnesota che ha ucciso il leone Cecil, una vicenda che ha scatenato una ondata di proteste in tutto il mondo e nella cittadina in cui vive il dentista, costretto anche a chiudere la sua clinica. Palmer avrebbe versato 50mila dollari per poter partecipare alla caccia grossa vicino al parco nazionale di Hwange, nello stato africano, in cui ha colpito il leone.

Captain Romano Pisciotti

84584674 cecillion paulafrench 300x169 Cecil, lo Zimbabwe chiede agli Usa lestradizione del dentista Palmer Romano Pisciotti
Cecil lion

 

IMG 1770 181x300 Cecil, lo Zimbabwe chiede agli Usa lestradizione del dentista Palmer Romano Pisciotti
Captain Romano Pisciotti

Voglio segnalarvi questo splendido sito per consulenze legali

Splendido sito per Consulenze Legali

Questo sito è semplice ma completo, lo consiglio a chiunque ricerchi consulenze su temi di legalità internazionale :  Accordi Commerciali, Estradizione, Tutela Legale

ALTALEX ROMANO PISCIOTTI 300x189 Voglio segnalarvi questo splendido sito per consulenze legali Romano Pisciotti

Le Sentenze della Corte Europea dei diritti dell’uomo

la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo si è pronunciata su ben 13 vicende giudiziarie che cittadini europei, e non, hanno sottoposto al suo sindacato. L’oggetto è, per tutte, il medesimo: violazioni dei diritti umani sanciti e protetti dalla Convenzione Europea dei Diritti dell’uomo. Gli stati coinvolti e giudicati sono: Francia, Grecia, Azerbaijan, Belgio, Croazia, Russia ed Ucraina; tutti sono risultati colpevoli, a vario titolo, di quelle violazioni e molti dovranno risarcire i danni arrecati alle vittime.

Corte Europea dei Diritti dellUomo fiume III 300x150 Le Sentenze della Corte Europea dei diritti dell’uomo Romano Pisciotti
Corte Europea

Interim measures ed estradizione: come la Corte previene la violazione dei diritti umani
La giustizia che si può ottenere a Strasburgo non brilla di speditezza. Basta guardare le date in cui sono stati proposti i ricorsi di oggi (ve ne sono ben due del 2004!) per capire che ha ragione chi dice che la Corte Europea “è vittima del proprio successo“. Troppo ricorsi per un giudice che dovrebbe intervenire soltanto a quelle violazioni sfuggite dal controllo dei singoli paesi. Gli Stati controllano poco e male, e così i ricorsi fioccano in gran numero, intasando il giudice europeo e rendendo decennali i tempi di una causa. Non a caso le nuove tendenza di riforma del sistema convenzionale, che vengano dagli stati (il Protocollo XV ridurrà il termine entro il quale proporre ricorso da 6 a 4 mesi) o dalla stessa corte (le sentenze pilota danno respiro alla corte, mentre gli stati risolvono disfunzioni strutturali), sono nel senso di ridurre la mole del contenzioso..
Ma accanto a quel binario, rallentato e appesantito, ve n’è un altro, molto più spedito: la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo può concedere in tempi brevissimi Interim measures a favore del ricorrente per evitare e prevenire le violazioni dei diritti umani. Come le comuni misure cautelari, anche queste interim measures sono concesse non al termine bensì all’inizio di un processo, e servono non a fare giustizia (come la sentenza che accerta le responsabilità degli stati e dispone l’equa riparazione) bensì per prevenire una imminente ingiustizia.

Pisciotti Romano: surfing web

Romano Pisciotti: stop alle estradizioni

Stop estradizione 300x225 Le Sentenze della Corte Europea dei diritti dell’uomo Romano Pisciotti
Stop extraditions

US pretend Switzerland to extradite criminal

romano pisciotti extradition criminal usa from europe 300x157 US pretend Switzerland to extradite criminal Romano Pisciotti
Romano Pisciotti about extradition of criminal from Europe to USA

Jeffrey Webb, Fifa vice-president in charge of North and Central America, was among those arrested by Swiss police in a raid on a luxury hotel in the early hours of 27 May. The seven are among 14 defendants the US has charged with racketeering, wire fraud, and money laundering conspiracies. In a 47-count indictment unveiled in a New York federal court, they were accused of taking part “in a 24-year scheme to enrich themselves through the corruption of international soccer”. The indictment alleges that US and South American sports marketing executives paid and agreed to pay “well over $150m” in bribes and other illegal payments to obtain lucrative media and marketing rights to football tournaments. The corruption was planned in the US, the indictment said. The use of US banks to transfer money appears to have been key to the investigation. The charges follow a three-year FBI investigation. It was initially sparked by the bidding process for the Russia 2018 and Qatar 2022 World Cups, but was then widened to look back at Fifa’s dealings over two decades.

Romano Pisciotti

Scandalo FIFA: Estradizione negli Usa dalla Svizzera, di Romano Pisciotti.

Funzionario FIFA arrestato a Zurigo estradato negli USA

romano pisciotti estradizione fifa 300x177 Scandalo FIFA: Estradizione negli Usa dalla Svizzera, di Romano Pisciotti. Romano Pisciotti

10.07.2015 – aggiornato: 10.07.2015 – 17:29
Uno dei sette funzionari della Federazione mondiale di calcio (FIFA) arrestati in maggio a Zurigo ha acconsentito alla sua estradizione negli Stati Uniti.

Lo riferisce l’Ufficio federale di giustizia (UFG) che, per ragioni di sicurezza e di tutela della personalità, non dà indicazioni sul momento della consegna né sul nome del dirigente.

In una prima audizione della Polizia cantonale di Zurigo subito dopo il suo arresto, il funzionario si era opposto all’estradizione negli Stati Uniti. L’UFG aveva pertanto invitato gli USA a presentare una domanda formale di estradizione, che è stata trasmessa a Berna il primo di luglio.

Ieri, quando è stato sentito in merito alla domanda formale americana, l’interessato ha acconsentito all’estradizione. L’UFG ha potuto pertanto autorizzarla con procedura semplificata. Il funzionario della FIFA deve ora essere preso in consegna da una scorta di polizia e trasferito negli Stati Uniti entro dieci giorni.

Il 27 maggio scorso, in seguito a una domanda d’arresto statunitense, l’uomo era stato arrestato a Zurigo e incarcerato in vista d’estradizione insieme a sei altri funzionari della FIFA. La procura del Distretto Est di New York li accusa di aver accettato tangenti per oltre 150 milioni di dollari per l’assegnazione dei diritti di commercializzazione a varie imprese di marketing sportivo per partite di qualificazione per i Campionati del mondo nonché campionati regionali e continentali nell’America del Sud e del Nord. In tale modo i funzionari avrebbero arrecato danni finanziari a due federazioni continentali della FIFA come pure a diverse federazioni nazionali.

La Fifa ha annunciato ieri la sospensione a vita dell’americano Chuck Blazer, la gola profonda delle indagini americane, ex membro del comitato esecutivo della FIFA ed ex segretario generale della Confederazione di football dell’America del Nord, dell’America centrale e dei Caraibi (Concacaf).

Romano Pisciotti